Astrofotografia

Astrofotografia

...siamo umani perchè osserviamo le stelle, o le osserviamo perchè siamo umani?...

C’era una volta un bambino desideroso di scoprire le meraviglie del cielo profondo. Tanti anni fa, a Natale, nel bel mezzo del salotto, apparve un telescopio: Nexstar 114 GT. Grazie ad esso, per la prima volta, è stato posato lo sguardo…fino alla Luna!

Qualche anno dopo, il Newton Skywatcher 200/1000 (f/5) con montatura Skywatcher Synscan EQ6 ha sostituito il Nexstar. Attraverso il suo specchio primario da 200 mm, la debole luce dello spazio profondo può essere intrappolata dopo un lunghissimo viaggio durato milioni di anni.

Le postazioni fisse hanno poi permesso l’acquisto di strumenti più performanti, ed attualmente fotografo con due set-up:

P.R.O.: Pasqui Remote Observatory 1:
– Telescopio: GSO 12” f/8 Truss
– Camera: QHY 268m (APS-C) con Antlia filters
– Montatura: Skywatcher EQ8

P.R.O.: Pasqui Remote Observatory 2:
– Telescopio: Tecnosky Fast 300 mm, f/3.4
– Camera: ASI 6200m (FF) con Chroma filters
– Montatura: iOptron CEM 120

Tutte le foto della Luna e dello Spazio Profondo presenti in questa sezione di astrofotografia, sono il frutto di svariate nottate all’aria aperta osservando, meravigliato, il cielo stellato sopra di noi.

 

Spazio Profondo